Venerdì, un libro

12 Ottobre 2012

Il modo in cui si genera e si nutre la creatività, le illustrazioni e la capacità di spiegare concetti complessi in modo semplice e conciso sono tra gli argomenti che più mi interessano. Sebbene possano sembrare molto diversi tra loro, sono in realtà collegati e possono interagire in svariate applicazioni.

I libri illustrati rappresentano un’inesauribile fonte di ispirazione perché raccontano concetti complessi con testi brevi e illustrazioni, e sono frutto di un processo creativo. Chi li prende per storielle per bambini, oltre a sottovalutare un mondo fatto in realtà da bravissimi artisti, si perde una gran bella occasione di svago e apprendimento.

Questo libro ha delle illustrazioni carine, ma ciò che mi è piaciuto maggiormente è il testo.

Ci sono concetti difficili da spiegare, come ad esempio una formula matematica, una scoperta scientifica, e altri che sono invece legati ai segreti della vita e dell’universo; quelli, per intenderci, che almeno una volta nella vita dovevi cacciarli dalla testa perché il solo pensarci era troppo grande, troppo incomprensibile, troppo tutto. Credo, almeno, che tutti ci siamo passati. Questo libro tratta i quesiti del secondo tipo, e offre una risposta che stravolge il modo in cui guardiamo alle cose.

Frik La Pulce era una pulce molto inquieta e curiosa.

– Voglio vedere dove finisce il Mondo e dove inizia il Tempo – si diceva – e conoscere tutti gli animali che esistono nell’Universo

Così dice la pulce, che si mette veramente in viaggio, e non si ferma mai. Ma quanto lontano può arrivare una pulce viaggiatrice? Per quanto instancabile, non attraversa oceani, ma nuota “nelle gocce di pioggia”, non esplora continenti e terre lontane, ma “tappeti e mobili, tende e panni stesi”.

Guardandola così, all’impossibilità di conoscere e sapere tutto, al solo pensiero dell’infinito ti puoi sentire invisibile, e minuscolo.

A meno che tu non rivolga lo sguardo altrove, dall’universo fuori all’universo dentro.

La concludo così, che ognuno venga ispirato, spero, a modo suo.

Frik la pulce, Elisabette Jankovic – Illustrazioni di Pedro Scassa, Città Aperta junior

Buon fine settimana.

Categorie: Libri