Venerdì, un libro, l’umorismo e l’impertinenza di Oscar Wilde

5 Aprile 2013

Mi sono ripromessa di leggere (o rileggere) le commedie di Oscar Wilde. Ho una passione per il wit  inglese (va bene, Wilde è irlandese), e mi diverto di gusto leggendo libri che sono a dir poco fuori moda, come questo , o questo . Però mi fanno sorridere, e anche ridere, e difficilmente trovo nella letteratura moderna tanta arguzia e capacità di giocare con le parole.

Mi era piaciuto molto The Importance of being Earnest, mentre avevo una memoria meno viva di Lady Windermere’s fan, così da qui ho deciso di cominciare questa (ri)lettura. E’ una lettura diversa da un romanzo, ma il bello è proprio questo soffermarsi sulla lista dei personaggi, la descrizione della scena, l’orario, gli elementi della scenografia indicati dall’autore. E poi tutte le parole in corsivo tra parentesi – Exit C., Takes tea which she offers him – per indicare l’entrata o uscita dei personaggi in scena, e la regia dell’autore all’interno della trama.

Da “Lady Windermere’s fan”, sulla donna:

…they see him. They can’t help it – and although they never talk scandal, they – well, of course – they remark on it to every one.

It’s most dangerous nowadays for a husband to pay any attention to his wife in public. It always makes people think that he beats her when they’re alone. The world has grown so suspicious of anything that looks like a happy married life.

LADY PLYMDALE: That woman !

DUMBY: Yes; that is what every one calls her.

It takes a thoroughly  good woman to do a thoroughly stupid thing.

Se potete, questi libri vanno letti in inglese. Ci sono dei traduttori fantastici, e il lavoro di traduzione merita un plauso per la cura, la precisione e l’approfondimento che necessita (anche approfondire è una cosa molto fuori moda, ahimé). Però tradurre cambia, trasforma (è anche vero che talvolta migliora, ma questa è un’altra storia). Una scena inglese lo è non solo per l’uso della lingua, ma per le sfumature, l’atmosfera, le parole semplicemente intraducibili.

E la cosa incredibilmente piacevole è che libroni come questo, che raccoglie tutte le opere di Oscar Wilde, ed è una vera miniera di umorismo, impertinenza, paradossi e satira sulla vita quotidiana, costano quanto, o meno, un romanzo moderno.

Buon fine settimana.

Categorie: Libri